Dato che ieri vi ho parlato del mio stile nel post Di necessità, virtù, oggi vi propongo uno di quei look che ho costruito e mantenuto nel tempo e, indiscutibilmente, mi identifica.

Il comune denominatore di questo abbinamento è rappresentato proprio dai contrasti, sotto diversi punti di vista: bianco e nero, maschile e femminile, pesi e tessuti diversi, proporzioni e sovrapposizioni.

_DSC8041

_DSC8051

Come vi scrivevo ieri, ognuno di noi ha diverse personalità, e questo look mi piace perché ne mostra più di una contemporaneamente. La mia femminilità è rappresentata dalla sottoveste, il mio carattere deciso dalla giacca e dalla cintura, il mio spirito malizioso dallo strangolino di pelle, la mia versatilità dall’insieme, la mia ampiezza di vedute e la ricerca di conciliazione dai colori, uno l’opposto all’altro.

_DSC8047

Il blazer di ispirazione maschile é See By Chloé. di qualche stagione fa. Chiuso da un gancetto metallico, ha rever a scialle con tessuto a contrasto lucido ispirato agli smoking; taglia 46, è in 98% lana vergine e 2% elastane.

_DSC8006

La camicia è un vecchio capo che ho portato moltissimo e che sarebbe ora di archiviare. Ma mi piace molto perché è in cotone stretch (96% co 4% ea) ma consistente, di ispirazione maschile con vestibilità femminile. Le pieghe cucite davanti ricordano le camicie da smoking, e sono molto belli collo e polsi alti, e rigidi. Oramai tutte le camicie che trovo in commercio, da donna, non hanno sostegno interno in queste parti, e risultano vuote, senza quel carattere che mi piace. E’ una vecchia Nara Camicie. Ho tentato più volte di trovarne di simili, senza successo.

_DSC7998

I jeans in bull denim bianco sono We Are Replay, già visti in Passeggiata al tramonto, la primavera sta arrivando!. Taglia 33, sono in cotone stretch con vestibilità leggermente a zampa.

_DSC8028

La sottogonna è vintage, ed è nei miei cassetti da diversi anni. Dovrei sostituire anche questa, ma non ne trovo di simili con lunghezza, pizzo e tessuto simili. La porto anche come gonna, doppiata con un’altra sottoveste, come nel post Maglione e sottogonna.

accessori

Gli orecchini sono un acquisto fatto ad Hong Kong, senza marchio.

Lo strangolino è un semplice laccio di pelle acquistato in merceria, annodato.

La cintura di pelle nera con motivi metallici nei colori dell’argento, più o meno scuri, è senza marchio.

_DSC8037

Gli stivaletti con oblò frontale sono Chie Mihara, già visti in Giallo e Grigio: come ravvivare l’inverno.

_DSC7990

L’idea di indossare una gonna sopra i jeans mi piace come idea, ma è anche funzionale a coprire la mia parte più importante. Aiuta quindi a snellire, che non fa mai male!

_DSC8017

Grazie ad Angela Semilia per le foto.

 

Cosa ne pensate di questo look? Sicuramente non è adatto a tutti i giorni, ma fa la sua figura!

 

 

Inoltre vi consiglio di leggere...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *