Riprendo oggi l’argomento sul mio stile, proseguendo l’articolo “Di necessità, virtù“.Nel mio stile non ci sono regole predefinite e canoni imprescindibili, ma sicuramente delle indicazioni che ho imparato nel tempo e che tento di concretizzare ogni volta che scelgo un outfit. Penso che siano dei suggerimenti pratici che possono andar bene per qualsiasi persona, con qualsiasi tipo di fisicità. Per alcuni possono sembrare banali, ma so di certo che qualcuno si veste, sceglie cosa indossare e fa shopping senza alcun criterio. Mi permetto quindi di condividere con voi questi miei consigli di stile.

N. 1) Acquistate e indossate sempre cose che vi facciano sentire bene.

Si parla di comodità, ma non solo. Per me la prima regola per risultare bene con qualsiasi cosa si indossi, è sentircisi bene dentro. Potete indossare il jeans più casual, le T-shirt del cuore, un tubino o un abito da sera. Non importa cosa, importa come questo vestito mi fa sentire. Se voi sarete sicuri di sentirvi a proprio agio, non ci sarà motivo di non sentirsi all’altezza, inadeguati, o in imbarazzo. Attenzione: non stiamo parlando semplicemente di comodità. Uno vestito vi può far sentire bene se ritenete che sia adatto al vostro fisico, la situazione, alla vostra taglia. Se il vestito è troppo lungo, troppo corto, troppo stretto, troppo scollato, o mette in evidenza i vostri difetti anziché i vostri pregi, lasciate stare: lasciatelo in negozio o in armadio. Non provate ad indossare una cosa troppo casual se la situazione è particolarmente elegante e formale, non vi sentireste altezza dell’occasione. Non indossate qualcosa che vi è diventato troppo stretto o troppo grande: nel primo caso vi segnerebbe e non vi farebbe stare comode, nel secondo caso si evidenzierebbe che non è più adatto e non è stato pensato per quel preciso momento.

 

N. 2) Non date per scontato le prove degli outfit.

Se l’occasione è particolarmente importante, non indossate la prima cosa che vi capita. Trascorrete un po’ di tempo davanti al vostro armadio e al vostro specchio e cercate di fare delle prove combinando capi diversi del vostro guardaroba. Se potete, aiutatevi con una macchinetta fotografica o con il telefono per farvi degli scatti di promemoria, da valutare e rivedere anche in un secondo momento. Se nel vostro armadio c’è un capo che vi piace e vi fa sentire bene ma non riuscite ad abbinarlo, non datevi per vinti, ma tentate altre soluzioni: cambiate lunghezza, volumi e colori di quello con cui lo combinate, e sicuramente riuscirete a trovare una buona soluzione. Segnatevi quando qualcuno vi fai complimenti per come siete vestiti o per come state e cercate di valutare che cosa è stato apprezzato di quello che avete indossato. Che cosa ha messo in evidenza? Che cosa funziona in particolar modo? Imparate e cercate in altri abbinamenti di ripetere la chiave vincente. In ogni caso, finché non prendete piena padronanza del vostro corpo e di come sta bene vestito, soprattutto per occasioni particolari vi suggerisco di fare delle prove 2/3 giorni prima in modo da darvi il tempo di valutare varie alternative ed eventualmente passare in negozio per comprare l’accessorio o quella cosa mancante. Allo stesso modo, quando ipotizzate il look da indossare per una specifica occasione, valutate varie condizioni che potrebbero cambiare ed influire sulla vostra scelta: meteo e temperatura atmosferica: Prevedete sempre che potrebbe fare più caldo o più freddo e quindi potreste avere la necessità di studiare un’alternativa leggermente diversa a seconda di questo. Provate anche a pensare a cose che vi potrebbero accadere; ad un matrimonio, per esempio, vi potrebbe venir chiesto di ballare oppure potrebbe esserci un buffet in un giardino, mettendo alla prova e abiti troppo ingombranti e troppo corti e scarpe con tacco particolarmente sottile. Ipotizzate cose che potreste avere l’occasione di fare; per esempio ad un’uscita con un ragazzo vi potrebbe capitare di fare una passeggiata più lunga di quello che pensate oppure in un parco, di camminare in un centro storico chiuso al traffico pavimentato con i sampietrini, quindi la scelta delle scarpe o di un abbigliamento non troppo elegante può rivelarsi particolarmente azzeccata. Fatevi anche consigliare da altre persone che vivono con voi, se siete incerti. Ma cercate di non dipendere mai totalmente dal giudizio di un’altra persona: se voi non vi sentite bene non indossate quel completo e al contrario se vi sentite bene, osate!

 

N. 3) Investite su capi a lungo termine di qualità.

Quando dovete acquistare una giacca, un cappotto, una borsa o delle scarpe, io vi consiglio di fare attenzione alla qualità di quello che comprate. Personalmente quando si tratta di questi pezzi, preferisco prendere cose non particolarmente alla moda, ma con un buon materiale e una vestibilità che mi stia perfetta. Questo servirà a creare immediatamente un elevato impatto qualitativo nei vostri abbinamenti. Se per capi meno durevoli nel tempo potete tranquillamente fare degli acquisti a prezzi molto competitivi ed anche osare un alto livello di contenuto moda, per questi te lo sconsiglio. Avere per esempio un bel cappotto vi consentirà di elevare subito l’impatto del vostro look. Magari indossate un abitino di H&M pagato meno di € 20, ma con il capospalla giusto la gente non se ne accorgerà nemmeno. Lo stesso vale per scarpe e borse: non è fondamentale che siano super aggiornate in termini di colori e forme, se sono belle scarpe e belle borse, mantenute bene, si vedrà sempre che sono di qualità, e vi permetteranno immediatamente di elevare la componente qualitativa del vostro look.

 

N. 4) Acquistati i giusti capi di tendenza.

Il guardaroba di ognuno di noi dovrebbe essere composto da una base, dei capi che utilizziamo sempre e durano più stagioni, e da una parte più modaiola, che dura anche pochi mesi. Come nel consiglio sopra, per i capi importanti vale la pena spendere più soldi ed investire sulla qualità, prediligendo materiali con fibre di origini naturali. Affinché il nostro look non risulti monotono e ripetitivo, ma aggiornato ed “up to date”, è importante vivacizzare e variare l’offerta nel nostro armadio con degli acquisti stagionali che magari rispecchino le tendenze attuali. Per questo tipo di capi non serve spendere molto, dato che possono durare poco tempo perché l’anno successivo magari non saranno più attuali. Allo stesso modo, e se il tessuto è scarso e si rovinano facilmente, non ci piangerà il cuore doverli buttare dato che abbiamo speso pochi soldi. Quello che suggerisco è di scegliere pezzi da combinare con i nostri basici in modo da vivacizzarli e rinnovarne le possibilità di abbinamento. Forme particolari, colori forti, stampe speciali, trattamenti inusuali: scegliete sempre capi che vi facciano sentire bene e vi donino, magari davvero distintivi; incoraggiati dalla tendenza del momento, potreste venire convinti a comprare delle vestibilità che prima non avevate mai provato. E la piacevole sorpresa potrebbe essere quella di prenderci l’occhio e decidere di acquistare altri capi con una forma simile che diventeranno poi parte del vostro guardaroba di base, andando ad aumentare la varietà dell’offerta.

 

N. 5) Usate il colore.

Bianco e nero, o colori classici come il grigio e il blu sono sicuri. Probabilmente tutti si sono resi conto anche che indossare capi diversi in unico colore spesso slanciano la figura. Ma non ci si può aggrappare solo a queste indicazioni, si rischia di diventare ripetitivi e noiosi, e non si riuscirebbe a fare il salto di qualità estetico per cui stiamo lavorando anche tramite questi consigli. Sempre guardandovi intorno e ascoltando il parere degli altri, cercate prima di tutto di trovare dei colori che vi stanno particolarmente bene, che donano al vostro incarnato. Una volta individuati, imparate ad abbinarli, ispirandovi al vostro gusto, alle riviste di moda, alle immagini che vedete alla televisione. Partite inserendo un colore nuovo su altri colori neutri già collaudati. Quando diverrete consueti e vi sarà facile l’utilizzo di colori, iniziate abbinando anche due colori più vivaci fra di loro con altri più sicuri. Quello che mi sento di consigliare, comunque, è di non usare più di tre toni molto diversi nello stesso abbinamento. Fate anche molto caso a come disponete i colori sul vostro corpo. Per esempio se, come me, i vostri punti più robusti sono le gambe e il bacino e volete vestirvi di bianco e nero, fate in modo che il colore più scuro sia sulla parte che volete e minimizzare, e quello più chiaro sulla zona più armonica del vostro corpo. Anche i colori vivaci vi possono aiutare a camuffare i difetti, per esempio una fantasia può snellire, Se scelta ed utilizzata nel modo giusto. Usare un colore molto sgargiante sulla parte forte del vostro fisico può far passare totalmente inosservato un piccolo o grosso difetto coperto da un colore più scuro o neutro.

 

N. 6) Imparate e prendete ispirazione dagli altri.

Se notate qualcuno e vi piace particolarmente com’è vestito, provate a studiarne le ragioni. Non focalizzatevi dicendo: “è una bella ragazza, ha un fisico perfetto, è logico che le sta bene tutto, potrebbe mettersi anche solo un sacco di juta!”. No, non pensate così! Provate a valutare cos’è che funziona particolarmente bene nel modo con cui ha combinato i capi: sono i colori, le proporzioni, i materiali, le forme? Quando vi sembra di aver capito dove sta il trucco, provate a scorrere mentalmente il vostro guardaroba e capire se in qualche modo potreste riuscire a riprodurre una combinazione simile vincente. Se invece è un capo che vi ha colpito, provate a capire se potrebbe starvi bene e magari andate a cercarlo in negozio. Non sottovalutate nemmeno l’acconciatura o gli accessori: un raccolto può slanciare la figura e il busto, un cappello può bilanciare una gonna particolarmente voluminosa.

 

N. 7) Scegliete le scarpe giuste.

Scegliete scarpe che vi slanciano e in cui riuscite a camminare bene. Se il vostro look è impeccabile, ma quando vi muovete siete goffe e non riuscite ad avere una buona andatura, lasciate perdere cambiando idea sull’abito che avete scelto e optate per un vestito che stia bene con le scarpe che sapete di poter indossare tranquillamente. Nel caso in cui, possiate prevedere di stare molto in piedi, immaginando che il vostro portamento inizialmente perfetto col passare delle ore cominci ad avere invece un cedimento “strutturale” potete, se l’occasione lo permette, optare per un cambio di scarpe. Potete indossare un altro paio di scarpe (più comode, ma anche soltanto diverse per cambiare appoggio e punti di pressione) magari nei momenti in cui siete meno visibili, siete sedute ad un tavolo o quando, ad certo punto, dovete essere necessariamente più comode come nel momento del ballo. Il cambio scarpe resta comunque un’opzione secondaria, è molto poco chic, ma a volte può essere indispensabile per salvare i piedi. Ve lo posso consigliare soltanto se avete un abito o dei pantaloni particolarmente lunghi che coprono le scarpe: in questo modo potrebbe passare quasi inosservato.

N. 8) Accessori proporzionati con il corpo e con il look.

Scegliete borse che siano della misura adatta al vostro fisico e ai capi che avete scelto. Se per esempio partecipate a una cerimonia, vanno bene le pochette, ma non pretendete di infilarci dentro la vostra vita come se aveste una borsa delle dimensioni generose. Vedere un pezzetto di tessuto imbottito fino a quasi scoppiare non è sicuramente bello. Se avete un fisico importante, vi consiglio di scegliere una borsetta, anche pochette, un po’ più grande in modo da non sembrare minuscola in confronto a voi. Se siete vestite in modo molto eleganti, non mettete la borsa da tutti i giorni: cercate sempre qualcosa che sia più fine, dalle forme regolari e pulite, in buone condizioni. Per la vita di tutti giorni, invece, potete ovviamente utilizzare borse più grandi che possono accogliere quello che ogni donna vuole avere sempre con sé. Ma anche qui esistono dei giochi di proporzioni che possono slanciarvi o meno. Quando io acquisto questo tipo di accessori, che sono comunque fondamentali nel guardaroba di una donna, mi guardo sempre allo specchio cercando di valutare se è proporzionato al mio fisico oppure no. La stessa borsa, se portata con una tracolla lasciata troppo lunga, può abbassare visivamente una persona non particolarmente alta. Allo stesso modo una borsa troppo piccola non dona a fisici importanti, evidenziandone le dimensioni.

 

N. 9) Sperimentate cose nuove.

Non restate sempre nei vostri classici sicuri. Se c’è una tendenza e i negozi propongono qualcosa che credete non vi valorizzi, prima provatela! A volte anche piccole differenze di vestibilità fra una capo simile e l’altro, impercettibili a occhio nudo sull’espositore, possono risultare vincenti e funzionare alla grande su di voi. A sorpresa. E se non funziona la prima volta, non datevi per vinti e riprovate con un’altra marca. Ma non siate nemmeno troppo cocciuti: se la moda del momento propone una cosa che proprio non è adatta a voi, lasciate perdere, e puntate su qualcos’altro.

Inoltre vi consiglio di leggere...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *