E’ ai blocchi di partenza, e inizierà domani martedì 14 giugno 2016, la grande kermesse della moda fiorentina.

Pitti Uomo è una fiera dedicata all’abbigliamento e agli accessori maschili, ma non solo. Il fatto che si tenga a Firenze, in un luogo storico come la Fortezza da Basso e che sia uno dei pochi eventi fieristici riconosciuti nel mondo che resiste nel tempo ne fa’ un polo attrattivo per espositori, giornalisti, blogger, buyer e curiosi da tutto il mondo.

 

Ma iniziamo a spiegare cosa sia, per chi non lo sapesse o volesse rinfrescarsi le idee… Pitti Immagine è un’organizzazione del settore tessile / abbigliamento che ha come scopo quello di far conoscere, mostrare e pubblicizzare la moda, il gusto, l’evoluzione dei trend e della bellezza, i materiali, il savoir faire italiano e non solo.
Sono diversi gli appuntamenti storici che, due volte l’anno, richiamano nel capoluogo fiorentino migliaia di esperti del settore. Fra gli eventi storici di successo, Pitti Filati è dedicato agli operatori dell’industria dell’abbigliamento, e ospita numerosi espositori produttori di filati per la realizzazione di capi in maglia, ma non solo; Pitti Bimbo ospita marchi che offrono abbigliamento per la fascia d’età 0-14 anni e si contraddistingue a livello internazionale in questo settore.
Ma la prima e più longeva fiera tenutasi a Firenze è proprio Pitti Uomo che, nata nel 1972, con la media di due eventi l’anno giunge domani alla sua 90^ edizione. Ai giorni nostri questo insieme di avvenimenti comprende, oltre alla fiera espositiva nella Fortezza da Basso, sfilate, party esclusivi su inviti, presentazioni tecniche, mostre, allestimenti di show-room, che si tengono tutti in varie locations di Firenze. Se l’idea alla base consente a vari marchi di mostrare al pubblico e alla stampa le ultime novità delle loro collezioni, di fatto Pitti Uomo è divenuto un polo attrattivo non solo per gli esperti del settore, ma anche per gli appassionati e i curiosi.

Andando in giro per il capoluogo toscano in questi giorni si trova la città con tutte le sue vetrine rimesse a nuovo, imbellettate nel migliore dei modi, pronte a offrire le ultime novità. Persone e personaggi più eccentrici del solito passeggiano per le vie, gente di provenienza lontana, riconoscibile dai caratteri somatici, pullula dentro e fuori ai negozi, carica di shopping bags griffate.
Dentro la Fortezza, poi, si assiste ad una sfilata continua, casuale e ricca di stili diversi, ma per nulla improvvisata: chi va al Pitti studia in modo molto oculato il look da indossare, e il risultato è un insieme di combinazioni poliedriche, eccentriche, innovative o classiche. Il buon gusto non è assicurato al 100%, ma le fonti di ispirazione non mancano. Di sicuro, lo stile che si evidenzia al Pitti è il dandy up-to-date: un uomo che si veste con capi classici ma dalle proporzioni, tessuti e colori rivisitati, creando nuove silhouette, nuovi stili. Un grande fotografo che immortala i look degli avventori più chic ogni stagione al Pitti è Scott Schuman, che ce li propone poi nel suo famosissimo blog The Sartorialist, che seguo da anni.

Ecco una serie di immagini che vi possono dare l’idea di chi si vede a zonzo per questa fiera:

Ma Pitti Uomo non è assolutamente una fiera per soli uomini, anzi! Molti marchi espositori portano a Firenze anche la collezione femminile, e numerose sono le partecipanti che arrivano in città. Ecco qui alcuni look selezionati da Scott Schuman:

Io ho scelto immagini dal sito Sartorialist, e la selezione risulta quindi molto chic, ma gli stili proposti dagli espositori e impersonificati dagli astanti sono i più vari. Giusto per nominare alcuni fra i marchi che partecipano a quest’edizione, e farvi capire la varietà di gusti, ve ne cito alcuni: Antony Morato, Aquascutum, At.P.Co, Barba Napoli, Barbour, Brian Dales, Brooksfield, Buttero, Champions, Church’s, Closed, Colmar, Desigual, Diadora Heritage, F**K, Fabi, Franklin & Marshal, Fred Mello, Fred Perry, Furla, Gallo, Gant, Gas, Gaudì, Gran Sasso, Happiness is a 10$ Tee, Invicta, Ko Samui, La Perla, Pal Zileri, Le Coq Sportif, Levi’s, Meltin’Pot, New Balance, Nixon, North Sails, O’Bag, O’Neill, Orciani, oXs, Pollini, Roy Rogers, Seventy, Vintage ’55.

“Che bello”, direte, “voglio andare anch’io!”

Purtroppo, non si può. Questa fiera è rivolta ai cosidetti buyer, ovvero i responsabili dei negozi al dettaglio che vanno a vedere, scegliere ed eventualmente fare l’ordine dei capi che noi potremo poi acquistare per la primavera estate 2017. Altri ammessi all’entrata sono gli addetti stampa, indispensabili per poter pubblicizzare l’evento e trarne spunti per i loro articoli. Un’altra possibilità è quella dei blogger, e io spero di riuscire ad inserirmi fra questi e partecipare.

Perché?

Perché voglio vedere se trovo curvy in quest’ambiente,

perché voglio capire se trovo qualche azienda con un prodotto interessante che produce anche taglie grandi,

perché voglio capire se c’é una nascente sensibilità verso il mercato plus size,

perché voglio fotografare look che possono andare bene per chi ha qualche chilo di troppo.

E magari trovare ispirazione per i miei articoli e i miei look.

 

Ci riuscirò? Riuscirò a visitare questa fiera come blogger?

 

Seguitemi, e lo saprete presto!

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Inoltre vi consiglio di leggere...

1 Commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *